Musica del tango

La musica del tango

Le parole nella musica del tango

La magia del tango è racchiusa in un´alleanza silenziosa e continuamente ridefinita e in quei sentimenti che, nell´istante stesso in cui si provano, sono già passati.

Quasi sempre i testi delle canzoni raccontano un ricordo, la terra lontana, la giovinezza perduta e naturalmente l´amore, amori fragili che sembrano viaggiare su treni rigorosamente incoincidenti. Jorge Luis Borges negli anni ’30 arrivò a sostenere che la vera poesia del nostro tempo sarebbe stata quella contenuta nei testi del tango. (Tratto da www.tango.it)

Fino all’inizio del ‘900 le parole del Tango erano in generale anche comiche. Erano normalmente scritte in prima persona e descrivevano alcune delle caratteristiche salienti del personaggio principale. Man mano che la popolarità del tango cresceva sia a Parigi che nel resto del mondo ed il mercato del tango si espandeva anche tra le classi medie dell’Argentina anche le parole e, non solo la musica, iniziavano a cambiare.

Dal 1917 in poi, un nuovo tipo di parole cominciò ad essere scritto. Molti dei più celebri poeti argentini e uruguaiani scrissero per il tango. E visto che le parole migliorarono in qualità, questo fu il periodo in cui iniziarono a comparire molti tra i più famosi cantanti di tango che avrebbero dominato il panorama.

Con lo sviluppo del tango come forma strumentale, anche la forma della canzone del tango iniziò a guadagnare sempre più popolarità intorno alla metà degli anni venti.

partitura della Cumparsita, la musica di tango più famosa

by Tangopartner25 Marzo 2015